In cooperazione con Amazon.it

La cottura a vapore

La cottura a vapore

La cottura a vapore è una tecnica di cucina con cui si evita il contatto diretto tra l’acqua ed il cibo da cuocere.

E’ una tecnica importata dall’Oriente, ma viene utilizzata in tutto il mondo, ad esempio, in Nordafrica viene utilizzata per cuocere il cous cous, in Asia per cuocere il riso.

Il sistema permette inoltre di rinunciare all’impiego di olio o altre sostanze grasse.

Buona norma è dosare il giusto contenuto di acqua.

Le pietanze vengono adagiate su una superficie permeabile, il cestello, sotto alla quale si trova il fondo della pentola con uno strato di acqua.

Grazie alla copertura della stessa, si instaura una circolazione di aria e vapore che permette la cottura del cibo.

La cottura a vapore è da preferirsi anche da un punto di vista nutrizionale, in quanto tende a preservare le caratteristiche organolettiche dei cibi, le sostanza aromatiche e nutritive, come sali minerali e vitamine.

Un limite della cottura a vapore, tuttavia, è quello di procedere soltanto ad una lessatura, non permette rosolature o caramellizzazione dei cibi stessi.

Un altro limite, sta nella lunghezza dei tempi di esecuzione, ma possiamo porvi rimedio ad esempio, spezzettando i cibi prima di riporli nella pentola.

Cosa possiamo cucinare con la cottura a vapore???

Beh, con la cottura a vapore possiamo cucinare un sacco di pietanze, dal pesce alle carni bianche e moltissime verdure.

Si può, infatti, iniziare direttamente con una normale pentola, con all’interno un cestello o un colapasta di metallo, ne avrete qualcuno in casa sicuramente.

Potete adattarlo alla vostra pentola, basta una pentola normale.

Oppure la classica pentola a pressione.

La cottura a vapore, sotto pressione combina la forza del vapore con quella della pressione.

Infatti, in questo caso, i cibi tendono a cuocere ad una temperatura superiore ai 100°C, diciamo intorno ai 115-120°C.

Quindi, avremo una cottura più rapida, mantenendo intatti i vantaggi della cottura a vapore normale.

L’unico svantaggio, quello della temperatura, che può togliere sapore ai cibi.

I tempi di cottura, variano da alimento ad alimento, tendono anche a variare con la quantità di alimento da cuocere, un chilo di carne di pollo cuoce più lentamente di 100 grammi, sia ben chiaro.

Di fondamentale importanza sono anche i contenitori per i cibi , per conservare al meglio i tuoi alimenti.

E poi,quale pentola a pressione scegliere?

Innanzitutto, se siete pochi in casa, per una o due persone, va bene quella piccola, una pentola a 3-5 litri può andar bene, se invece siete una famiglia, una pentola sui 7 litri può fare al caso vostro.

Ecco alcuni consigli...

 

Bio vaporiera

Bio vaporiera
Bio vaporiera

I cestelli, ad esempio la Bio vaporiera, potete utilizzarla nelle vostre pentole,ma attenzione al diametro,controllate bene!!!

Vuoi acquistarla?—>CLICCA QUI<—

Lagostina – Pentola a pressione – 3,5 L

Lagostina pentola a pressione 3,5 L
Lagostina pentola a pressione 3,5 L

Vuoi acquistarla?—>CLICCA QUI<—

Lagostina – Pentola a pressione – 5 L

Lagostina pentola a pressione 5 L
Lagostina pentola a pressione 5 L

Vuoi acquistarlo?—>CLICCA QUI<—

Lagostina – Pentola a pressione – 7L

Lagostina pentola a pressione 7 L
Lagostina pentola a pressione 7 L

Vuoi acquistarlo?—>CLICCA QUI<—

Eono by Amazon – Set per cottura a vapore a 2 piani

Eono by Amazon
Eono by Amazon

Vuoi acquistarlo?—>CLICCA QUI<—

Se questo articolo ti è piaciuto,condividilo sui social